Vorresti una pelle levigata, morbida, con pori meno dilatati e segni del tempo attenuati? Ti piacerebbe se il fondotinta fosse più facile da applicare, apparisse omogeneo, durasse più a lungo e rimanesse comunque leggero? Oggi “Cum grano salis” ti svelerà il segreto per un make-up perfetto con un semplice gesto: usare la crema viso come base trucco!

Per chi non ne conoscesse appieno l’importanza, una buona crema viso ha la funzione di affinare la grana della pelle e di prepararla alla stesura del maquillage, inoltre impedisce l’assorbimento diretto del fondotinta minimizzando la comparsa di punti neri.

Dunque, la mattina, dopo aver sciacquato il viso con acqua leggermente fresca che aiuta a risvegliare sensi e circolazione e a diminuire i gonfiori, prima di dedicarci al make-up, applichiamo la nostra crema da giorno, ma sarà quella giusta? Non tutte le creme infatti si prestano ad essere utilizzate come base trucco.

Iniziamo a guidare la scelta. È importante che non contengano agenti purificanti perché la loro azione è quella di “portare fuori” lo sporco e l’eccesso di sebo dai pori ed è esattamente il contrario di quello che ci occorre. Meglio optare per una crema fluida e di facile assorbimento che contenga elevate quantità d’acqua utili a far aderire il trucco più a lungo, sia esso liquido o minerale. Attenzione! Se si assorbe troppo velocemente probabilmente contiene siliconi!

Passiamo ai tempi di posa. Non c’è cosa peggiore che iniziare a truccarsi immediatamente dopo aver finito con la crema. Ciascun cosmetico necessita di un tempo ben definito da rispettare per penetrare nella cute ed essere completamente assorbito. Ogni volta che si applica una crema su viso, contorno occhi e labbra, è sempre bene attendere almeno 10-15 minuti prima di passare alla fase successiva, sia essa il primer o direttamente il fondotinta.

Infine fondamentale è conoscere il nostro tipo di pelle per prendercene cura e scegliere la crema adeguata alle nostre esigenze. La caratteristica più facile da interpretare è il colore, in base al quale si distinguono 4 “fototipi”, dal più chiaro ad alto rischio di scottature alla carnagione più scura. 

Altra caratteristica è il “dermotipo”.  Come riconoscerlo? Dopo aver lavato il viso basta lasciare la pelle al naturale per circa 8 ore, più semplicemente per una intera notte, e poi osservarla attentamente allo specchio. La pelle grassa apparirà lucida e con pori dilatati, la pelle secca sottile e disidratata con zone arrossate, quella mista presenterà lucidità nella zona T (fronte, naso, mento) e secchezza su guance e contorno occhi, mentre nella pelle matura saranno evidenti i segni del tempo e la perdita di elasticità e tono. Semplice no? Per ogni dermotipo esiste un prodotto dedicato.
Palmea offre un’ampia linea viso, completa di creme per il giorno e per la notte, per pelli mature o ancora giovani, per pelli sensibili o miste, tutte certificate Icea. Non ti resta che scoprirle tutte!